Slave, Sottomessi chi sono?

Spesso si pensa che questi due termini abbiano lo stesso significato o che vengano usati in modo con corretto e che non rispecchiano l'essere di una persona.


Iniziamo con le definizioni :


  • Slave, Schiava/o : E' una persona di sesso maschile o femminile che si sottomette in maniera totalitaria a un Dominatore o Dominatrice annullando qualsiasi facoltà di decisione autonoma, esegue ogni ordine che gli viene impartito dal proprio Dom. Lo Slave non ha nessun diritto e vede la schiavitù come un privilegio. Questo rapporto/vincolo avviene solo con una conoscenza profonda tra le due parti (Dom/Slave) e lo Slave è a completa disposizione del suo Dom.Questo rapporto non ha limiti prefissati e non ha limiti di tempo, molte volte vi è un vero e proprio contratto o una cerimonia che sancisce l'inizio della schiavitù con doveri e diritti.

  • Sottomesso, Sub : E' una persona di sesso maschile o femminile che cede il controllo su alcuni diritti per un periodo limitato al suo Dominatore o Dominatrice, di solito per la durata della sessione. A differenza dello Slave qui ci sono limiti su attività e sulla durata.Il sottomesso si sottomette fino ad un certo limite. Anche se con lui la durata ha un limite e le pratiche sono "limitate", si dimostra obbediente e rispettoso.

In Italia si fa un uso improprio di questi termini e si nomina o ci autonomina Slave solo perchè si pratica BDSM ignorando i termini "light" o intermedi come Sottomesso/a o altri.

Essere Slave è la forma più "estrema" di sottomissione ed è un vero e proprio dono del proprio essere, rinunciando a qualsiasi forma di parità nei confronti della parte Dominante.

Gli Slave sono RARI, essere tali comporta una scelta di vita che va oltre al gioco occasionale vivendo questa condizione 7 giorni su 7 quindi prolungata nel tempo.





15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti